“AZZERATI GLI INFORTUNI SUL LAVORO E DIMINUITI DEL 20-25% I COSTI DI RIPARAZIONE DEI CARRELLI ELEVATORI”

Ecco quanto afferma il vice direttore della logistica Sig. Janicijevic dello stabilimento Philip Morris Operation di Niš in Serbia

Philip Morris è una compagnia statunitense leader nell’industria del tabacco, il suo marchio più famoso sono senza dubbio le sigarette Marlboro.

Il quartier generale operativo della compagnia è sito a Losanna, in Svizzera, ma la sua sede principale è rimasta a New York. 

La compagnia ha sedi produttive dislocate in tutto il mondo, in questa occasione vi racconteremo della nostra collaborazione con lo stabilimento situato a Niš in Serbia, che ha richiesto il nostro supporto per ridurre gli infortuni sul lavoro causati dai carrelli elevatori ed ottimizzare la gestione della flotta

Lo stabilimento in Serbia a Niš: La Philip Morris Operation 

Lo stabilimento di Nis è uno degli stabilimenti più moderni della rete globale di PMI (Philips Morris International). L’area produttiva di oltre 50.000mq, vede impiegate circa 900 persone tra uffici e produzione.

Dal 2003, PMI ha investito più di 800 milioni di dollari nella sua filiale serba, diventando così uno dei maggiori investitori del paese. 

L’installazione di SIS Safe&Stop

La Philip Morris-Serbia ha installato SIS Safe&Stop su tutti carrelli elevatori – in totale 25 macchine modello STILL RX20. 

Il modello RX20 è un carrello di ultima generazione, facente parte della categoria degli elettrici più venduti della casa STILL.

I carrelli elevatori utilizzati all’interno dello stabilimento di Niš, Philips Morris Operation,  sono sia nella versione con le forche, sia con i vari accessori come le pinze e rotatori.

Quando Safe&Stop, attraverso il sensore a ultrasuoni posizionato sul retro del veicolo, rileva un ostacolo nel raggio d’azione allerta immediatamente l’operatore con segnali luminosi e acustici sul display installato in cabina e attiva il sistema di rallentamento automatico del mezzo fino a fermarlo, evitando così qualsiasi tipo di collisione. 

È possibile configurare il dispositivo personalizzando le distanze di rallentamento e blocco e attivando o meno le sezioni di rilevamento laterali.

Il nostro partner Dušan Petković di Still, ha  intervistato il Sig. Dejan Janicijevic, vice direttore della logistica a cui abbiamo chiesto di raccontarci l’esperienza con il nostro sistema di anticollisione.

D: Quale problema riscontrava prima di utilizzare SIS Safe&Stop?

R: La nostra multinazionale da sempre segue le innovazioni nel campo della prevenzione degli incidenti sul lavoro, specie per i propri dipendenti. 

Questo perché il traffico di carrelli nei magazzini della nostra azienda è molto intenso avendo grandi capacità produttive. A causa della grande circolazione, era necessario proteggere i dipendenti e i carrelli stessi dalle collisioni. 

D: Come e quando avete deciso di provare SIS Safe&Stop?

R: Lift Truck Co. è il nostro fornitore di carrelli elevatori da quasi due decenni e non appena ci è stato offerto di installare un sistema SIS Safe&Stop su uno dei nostri veicoli per assicurarsi che fosse efficace, abbiamo immediatamente accettato. 

All’inizio, i carrellisti hanno avuto bisogno di un po’ di tempo per abituarsi al sistema e al modo in cui ricevono assistenza, ma da subito eravamo convinti che la soluzione sarebbe stata efficace per noi e abbiamo deciso di implementarla su tutti i carrelli frontali in fabbrica.

Abbiamo scoperto che SIS Safe&Stop è un’ottima soluzione, soprattutto nei magazzini in cui vengono movimentate merci delicate e per i quali vengono utilizzate pinze come attacchi sui carrelli elevatori.

 

D: Ritiene che l’implementazione del sistema SIS Safe&Stop abbia avuto successo e perché? 

R: Consideriamo l’implementazione di SIS Safe&Stop un successo perché siamo stati in grado di ottenere la soluzione ottimale per i nostri carrelli elevatori, soprattutto in aree ad alta intensità di traffico. 

La nostra soddisfazione per il sistema SIS Safe&Stop si riflette al meglio nel fatto che questo sistema è diventato il sistema anticollisione di serie sui nostri carrelli elevatori e deve essere parte integrante dell’offerta per ogni nuovo veicolo che includiamo nella flotta. 

D: Avete raggiunto il vostro obiettivo con il sistema SIS Safe&Stop?

R: Il nostro obiettivo principale era quello di fornire valore aggiunto ai nostri processi logistici e grazie a SIS Safe&Stop ci siamo riusciti.  Riteniamo di aver reso l’ambiente di lavoro migliore e più sicuro e quindi aumentato di conseguenza la soddisfazione dei nostri dipendenti.

Teniamo molto alla soddisfazione e alla sicurezza dei nostri dipendenti di cui siamo molto orgogliosi così come tutto il gruppo Philip Morris.

D: Puoi darci qualche informazione specifica sui miglioramenti che avete ottenuto usando il sistema SIS Safe&Stop? 

R: Quello che posso dire è che dall’implementazione di SIS Safe&Stop non abbiamo avuto infortuni sul lavoro ed i costi di riparazione dei danni ai carrelli elevatori sono diminuiti del 20-25%.

Informazioni tecniche:

L’area di lettura rappresenta la zona massima coperta dal sistema Safe&Stop: al suo interno è possibile impostare liberamente le distanze di intervento del dispositivo. Le sezioni laterali possono essere attivate o disattivate per letture più ampie o direttive.

Per maggiori informazioni visita la pagina: https://www.sis-safety.com/prodotto/safe-stop

e richiedi un dispositivo gratuito da testare nella tua azienda*, compilando il form sottostante:

*la possibilità di testare il prodotto è riservata ad aziende che ottengono valutazione positiva da parte dell’ufficio tecnico e soggetta a esaurimento scorte di prodotti test.

*Campi obbligatori

leggi il blog

Scarica la guida per mettere in sicurezza i carrelli elevatori

Sistemi Attivi

Sistemi Passivi

altri sistemi

8 e 9 Dicembre 2022

I nostri uffici rimarranno chiusi in occasione della Festa Dell’Immacolata Concezione.